La Corte costituzionale, con sentenza 26 febbraio 2020 n. 34, ha dichiarato non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 593 c.p.p. nella parte in cui prevede che il pubblico ministero possa appellare contro le sentenze di condanna solo quando modificano il titolo del reato o escludono la sussistenza di una circostanza aggravante ad effetto speciale o stabiliscono una pena di specie diversa da quella ordinaria del reato.
Call Now Button